mercoledì 25 gennaio 2012

VOGLIO IL TRIS


Ci sono cose con cui vado in fissa e se sono demodè me ne strafrego perchè mi piacciono e piacciono ai miei qui a casa, poi non è che si deve essere all'avanguardia  per forza, insomma, il nano grande esce di mazzocca per il cocktail di gamberi e che sia fanè è l'ultimo dei miei problemi.
Faccio molta più fatica a metabolizzare la cucina molecolare o comesichiama, quegli esperimenti folli con l'azoto liquido.
Quindi, faccio la maionese (vi rivelerò come, lo prometto, è ottima), la trasformo in salsa rosa con anche un cincinicchio di cognac e ci condisco i gamberi, diligentemente comprati dal pescivendolo, sbucciati puliti sbollentati e...poesia!!!chissene importa se è un antipasto passato di moda nell'86 e se ci intasa d'unto le coronarie.
Ma non sono qui per parlare di crostacei, bensì del finocchio.
Verdura mitologica che in qualsiasi dieta puoi mangiare A SAZIETA'.  E' l'unica cosa, eh, che puoi mangiare a sazietà, il che lo rende non poco speciale. Che poi se ci pensi è pure dolciastro quindi la cosa suona anche anacronistica, ma sta di fatto che potenzialmente ci possiamo scofanare una cassa dei suddetti finocchi senza che nessuno ci frusti ,quindi impariamo ad amarli!!!!!!!!!!
Ricollegandoci al delirio sugli anni '80 e sui piatti fuorimoda, sfodero questa affascinante combinazione che mio nonno adorava appunto nel decennio suddetto. Una seconda opzione li vede cotti e la prenderemo in esame dopo.

FINOCCHI 1: INSALATA DI FINOCCHIO ARANCE E NOCI

difficoltà: facile
tempo: 10 minuti
per 4 persone

mi occorre: 
-2 bei finocchi cicciotti (non quelli allungati che son buoni cotti)
-un'arancia preferiblimente non trattata
-6 noci
-1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
-sale e pepe


strumenti: 
-un tagliere
-un coltello da cucina
- una ciotola da insalata


Innanzitutto pulite i finocchi eliminando la foglia più esterna, tagliarli poi  a fette sottili sottili e metterle nella ciotola.
Pelare poi l'arancia a vivo. Come si fa? Si  tagliano le estremità dell'arancia (il capo e il culo, opst, si dice?)  , la si appoggia poi in verticale  su un piatto per non perdere il succo, tagliando dall'alto verso il basso  la buccia abbastanza in profondità da eliminare anche la pellicina bianca (ok, ho capito, ci farò un video!!!), poi tagliare la polpa di arancia all'interno di ogni spicchio. Con le fettine ottenute e il succo raccolto condire i finocchi, aggiungendo le noci spezzettate, l'olio, il sale e il pepe. Mescolare bene.


FINOCCHI 2 : PADELLATA DI FINOCCHI AL CUMINO

difficoltà: facile
tempo: 15 minuti
per 4 persone

mi occorre:
-2 finocchi 
-2 cucchiaini d'olio extravergine
-sale e pepe
-un cucchiaino di cumino in semi

strumenti:
-una padella saltapasta
-un coltello da cucina
-un tagliere

Tagliate il finocchio a fette di circa 6 millimetri. Scaldate l'olio nella padella e aggiungete i semi di cumino. Fateli scaldare circa 2 minuti poi metteteci i finocchi. Mantenete la fiamma viva: i finocchi li dovete saltare in padella e non esasperare facendoli diventare dei lombrichi molli. Saltate in padella mescolando per circa 7 minuti poi salate e pepate. Fate andare altri 4 minuti poi servite. Sono ottimi!

Ah, per inciso, l'altra verdura della foto è una scarola spadellata con aceto balsamico e sesamo e guarnita di melograno. Padella calda, olio e sale, scarola spadellata per circa 7 minuti e a fine cottura un cucchiaino di semi di sesamo e due cucchiaini di balsamico. Una spolverata di melograno e....Buon appetito!

1 commento:

  1. A pranzo ho fatto la padellata di finocchi al cumino... me la ricordo da quando me ne portasti a casa una porzione da regimento dopo la nascita di Milo. E' buonissima!!!

    RispondiElimina